martedì 30 settembre 2008

Viaggio nel passato....

Ed eccola (col cappello in grembo). Insegnante di ginnastica, organizzava manifestazioni e saggi davanti alle autorità (tra cui anche Mussolini). Conobbe il nonno a lezione di pianoforte. Lui era un concertista, compositore e insegnante. Amato da tutte (tra cui mia nonna), ma molto difficile da conquistare. Solo la perseveranza di lei ci riuscì. Tra l'altro ci raccontava che per lui andò in pellegrinaggio, ad un santuario nei pressi di Avezzano, situato in cima ad un monte. Si saliva fin su con una candela accesa pronunciando un voto. E il suo era quello di riuscire a sposare mio nonno. Il bello è che era in compagnia di un'amica (che potrebbe anche essere quella della foto...), la quale....era là per lo stesso motivo!! (mio nonno!! ) "Ma lui scelse me" ci diceva mia nonna tutta fiera. E lui era difficile, donnaiolo, sfuggente. Ma dai diari che ha lasciato (più che diari, non so se avete presente quei quaderni di carta grezza, con la copertina nera) e che ha conservato mia madre, viene fuori un uomo innamorato della sua famiglia. Poi parlerò anche di lui, del poco che so da mia nonna (mia mamma era troppo piccola.) Cont...

2 commenti:

Annalisa ha detto...

Dev'essere stata una bella storia d'amore ,complimenti!!!!!!!
Ptessi dirlo io dei miei nonni,vabbè
ciao ciao
Annalisa

§^_^§ ha detto...

Sì, lo è stata. Ma come mai non puoi dirlo dei tuoi nonni, Ali?
Un bacio.